Sabato 24 luglio 2021 alle ore 19, a Fermo, in occasione dell’evento “Il Cortile dei Libri” organizzato da E’di.Marca – Associazione Editori Marchigiani presso il cortile di Palazzo Gigliucci, Edizioni Nisroch presenta: “Il Santo Graal è a Fermo? Storia segreta del medioevo fermano” con Emanuela Properzi, autrice del libro “I Templari, le Marche e il Santo Graal”.

Copertina del libro "Il tempio degli eretici" di Edizioni Nisroch

Sinossi

Sabato 24 luglio 2021 alle ore 19, a Fermo, in occasione dell’evento “Il Cortile dei Libri” organizzato da Edi.Marca – Associazione Editori Marchigiani presso il cortile di Palazzo Gigliucci, Edizioni Nisroch presenta: “Il Santo Graal è a Fermo? Storia segreta del medioevo fermano” con Emanuela Properzi, autrice del libro “I Templari, le Marche e il Santo Graal”. L’Autrice, la prof.ssa Emanuela Properzi, paleografa e studiosa di storia antica e medioevale, ha pubblicato un libro che rivoluziona le conoscenze del medioevo marchigiano.

La ricerca del Santo Graal è sempre stato il sogno segreto di ogni Cristiano. Esiste? Ne esiste solo uno? È una coppa o è altro?

La Properzi illustra una documentata spiegazione che individua nelle Marche, esattamente a Fermo, il luogo in cui questa importantissima reliquia è nascosta, pur essendo sotto gli occhi di tutti.

Qual è il collegamento che lega il Santo Graal, i cavalieri templari e le Marche? Il favoloso tesoro templare, dopo il drammatico rogo del Gran Maestro Jacques de Molay a Parigi, è arrivato in questa incredibile regione? Poi, che fine ha fatto?

Che ruolo ha avuto il potente Vescovato di Fermo in tutta questa vicenda? Un libro sorprendente che ci fa scoprire un Medioevo del tutto nuovo, ricostruito mettendo insieme documenti nascosti in antichi archivi, di quelli che oggi sono piccoli paesetti di provincia ma che nella storia hanno rappresentato importanti capisaldi religiosi, culturali, politici.

Un libro che risponde a tanti quesiti, senza nulla lasciare alla fantasia, con una precisa metodica scientifica.

È questa la vera storia dei Templari? Nessuno può affermare di conoscerla pienamente, tanto è ricca di eventi e contenuti, ma di certo in questo libro se ne racconta una parte importante, tutta di scoprire.

Ancora una volta le Marche rivelano aspetti sconosciuti, di grande importanza che, se valorizzati degnamente, arricchirebbero l’interesse turistico-culturale nella nostra bellissima regione.